Yoga per l’età evolutiva

Per crescere in armonia con se stessi e vivere momenti di calma e presenza in famiglia e a scuola.

“La sera torno a casa stanca/o e mio figlio/a è sempre agitato/a, mi piacerebbe avere dei giochi divertenti ma rilassanti da fare insieme per trascorrere del tempo di qualità ma anche rilassarci insieme”

Lo Yoga, nella sua versione adattata alle diverse età, è davvero un modo creativo e benefico di stare insieme rilassandosi; attraverso la Yoga  si può vivere con i propri figli piccoli momenti di grande qualità.
Troppo spesso infatti lo stile di vita imperante e la tecnologia ipnotizza noi adulti e i nostri figli, rendendoci incapaci di mantenere la concentrazione per più di pochi minuti e togliendo qualità e profondità ad ogni attività, impegno e relazione. Lo Yoga ci guida a creare situazioni in cui tre componenti fondamentali di noi possano tornare ad essere amiche: il corpo, il respiro e l’attenzione. Ovviamente con i bimbi lo strumento principale che lo Yoga utilizza è il gioco, ma un gioco speciale, che ci diverte e rilassa nello stesso momento!

“Perchè mai un bimbo/a così piccolo/a dovrebbe avere bisogno dello Yoga, che problemi vuoi che abbia?”

A parte le tante statistiche e studi che confermano l’aumento di disturbi del comportamento nell’età infantile, credo sia evidente a tutti l’uso eccessivo della tecnologia, vediamo bambini ancora nel passeggino o magari nel seggiolone al ristorante ipnotizzati da tablet e cellulari, per non parlare del periodo di isolamento sociale dovuto alla pandemia, sono una mamma di due adolescenti e vivo personalmente questi temi. Quello che ho visto durante i miei progetti di Yoga nelle scuole in questi ultimi dieci anni sono bimbi che fanno fatica a farsi abbracciare dai loro compagni o abbracciare a loro volta o che fanno fatica ad immaginare qualcosa che sia diverso da ciò che vedono, o ancora. E’ importante ricordare che l’IMMAGINAZIONE non serve solo a fare dei bei disegni o i famosi lavoretti, ma è quella facoltà che ci permette di trovare soluzioni originali quando incappiamo in un problema per la prima volta!
Lo Yoga con il suo saper mettere insieme corpo, voce, respiro, immagini e musica, diventa uno strumento efficace e divertente di SVILUPPO NEURONALE e CONSAPEVOLEZZA EMOTIVA.

“Sì va bene ma ti assicuro che mio figlio/a è troppo agitato/a e non si rilasserà mai!”

Non ci crederete ma il gioco che piace di più a tutti i bimbi di tutte le età è proprio il gioco del rilassamento: non vedono l’ora di arrivare alla fine della lezione per potersi sdraiare sul tappetino comodi comodi ed aspettare i “regali del rilassamento”.
La chiave è proporre il rilassamento come uno dei tanti giochi da fare insieme ma con delle regole un pò speciali. Crescere con l’abitudine che ogni tanto fermarsi qualche minuto, non solo sia normale ma anche che ci faccia stare bene e ci permetta di riprendere l’attività con maggiore lucidità e piacere, ha un valore che solo chi è già adulto, forse un pò stressato, rigido e magari già con qualche dolorino cronico, può comprendere davvero.

“A mio figlio/a lo Yoga non serve, è già troppo tranquillo/a”

Questa considerazione mi ha permesso più volte di spiegare che lo Yoga non serve in modo specifico a rilassarsi ma a trovare il proprio equilibrio fisico ed energetico. Questo vuol dire che se siamo un pò giù di tono, magari un pò tristi, con poca motivazione, la giusta pratica di Yoga mi può aiutare a ritrovare l’entusiasmo e la voglia di fare, uscendo da un loop fisico-energetico tendente al basso. Viceversa se sono molto attivato, forse anche arrabbiato e poco lucido, la giusta pratica di Yoga può permettermi di mitigare un pò quella energia per decidere come agire nel modo migliore ed efficace.
In questi dieci anni ho visto bimbi inizialmente trattenuti e un pò chiusi in loro stessi che facendo yoga trovavano uno spazio di espressione corporea, motoria, emotiva; nello stesso tempo bimbi pieni anzi strapieni di energia che trovavano un contenimento sano e dei confini chiari e amorevoli.
Ho visto bimbi con disabilità che seguendo il ritmo di una filastrocca o di una canzone possono restare concentrati, eseguire sequenze di posizioni, cantare e divertirsi, bambini che dopo aver letto una storia ed averla interpretata con le posizioni dello yoga e magari avere anche immaginato un proseguio della storia, possono condividere emozioni, imparando a riconoscerle e a farsele amiche.
Un altro dei giochi preferiti, appena dopo quello del rilassamento, è la canzone della rabbia: una sequenza di posizioni e gesti respiratori, coordinati al testo di una canzone. Crescere sapendo che in modo autonomo si può “maneggiare” l’energia della rabbia è davvero un SUPERPOTERE di cui il MONDO INTERO e soprattutto la PACE NEL MONDO hanno bisogno!

“Ma come ti è venuto in mente di insegnare Yoga ai bambini?”

Molte colleghe me lo chiedono, aggiungendo subito dopo che loro non lo farebbero mai perchè troppo faticoso. A dire la verità nel campo dell’insegnamento dello Yoga è stato proprio il mio primo amore! Detto tra noi credo che avessi un gran bisogno di tornare bambina anch’io; fatto sta che ho la fortuna ormai di lavorare consecutivamente dal 2013 con i bambini sia nei miei corsi privati, con i servizi sociali e nella scuola. E’ vero lavorare con i bambini è molto impegnativo, non puoi distrarti un secondo e devi essere pronta a cambiare il programma della lezione in un secondo quando ti accorgi che il gruppo è agitato o ha bisogno invece di più energia.
Con i bambini non sai mai cosa può succedere, possono dire all’improvviso delle cose profondissime con una normalità e leggerezza che apre il cuore, oppure abbracciarti solo perchè ne hanno bisogno; fare Yoga con i bambini è magico! Ma poterlo fare non è una magia ma frutto di studio, io mi sono specializzata in didattica Yoga per l’età evolutiva, con Clemi Tedeschi di AIPY (Associazione Italiana Pedagogia Yoga) e dei suoi molti colleghi che in un anno mi hanno dato tutti gli strumenti necessari ad insegnare nelle scuole e attivare corsi privati.
Se hai un figlio tra i 3 e gli 11 anni contattami e approfondiremo insieme.

Recensioni

Ascolta i podcast

Yoga per il Parkinson

Yoga per il Parkinson

Yoga per il Parkinson

Contattami

Tel: 327 125 2096
Mail: Viola@violaeyoga.com
Indirizzo: Via Annibale Rosa, 44, 28921 Intra VB

Modulo di contatto

Orari dei corsi

Lunedì
Sedute individuali
Tutto il giorno
Martedì
Parkinson Yoga Online
9:30-10:30
Yoga
11:00-12:00
Yoga Bimbi (6-10 anni)
16:45-17:45
Mercoledì
Parkinson Yoga
10:00 – 11:00
Yoga Bimbi (3-5 anni)
16:45 – 17:45
micro for MACRO presenza e online
18:00 – 19:00
Giovedì
Sedute individuali
Tutto il giorno
Yoga
17:30-19:00
Venerdì
Sedute individuali
Tutto il giorno
Fine settimana
Incontri tematici
Tutto il giorno